Obiettivo

Storie e Persone delle aree dimenticate di Bergamo,
r
ealizziamo insieme il 1° docufilm che le racconta.

L'Associazione Culturale Zenith intende realizzare un DOCUMENTARIO e una MAPPATURA delle aree dismesse della città di Bergamo, con l'obiettivo di offrire nuove chiavi di lettura e proposte concrete di riqualificazione.

Questa 1° Fase di Raccolta Fondi consentirà l'acquisto dei materiali necessari per avviare la produzione del documentario:
- 3 HardDisk da 1Tb;
- Obiettivo ottico per le riprese;
- videocamera;
- luci;
- microfoni per esterno e interno;
- nuova struttura sito web progetto

Introduzione Generale

L'obiettivo è quello di attivare processi di Partecipazione cittadina sul tema della "Città del futuro" attraverso la realizzazione di una MAPPATURA delle aree e un DOCUFILM che restituisca il lavoro svolto, nel pieno rispetto dello spirito di condivisione e partecipazione.

RICERCA
Attraverso lo studio dei luoghi comprenderne l’identità: i transiti, i personaggi, il funzionamento, i linguaggi, le potenzialità. Ricerca che non è catalogazione o riproduzione di dati già forniti. Ricerca come formulazione di domande e non di risposte, di nuove prospettive.

RETE
Entrare in dialogo con le realtà che abitano lo spazio fisico e coinvolgerne altre per esplicare potenzialità e nuove possibilità.

INFORMAZIONE
Gli strumenti elaborati forniscono materiale conoscitivo condivisibile con la comunità: non somministrano dati definitivi ma offrono contenuti a cui gli stessi cittadini possono contribuire.

SITUAZIONI
Il processo di ricerca, rete e in-formazione si concretizza in situazioni che prendono forme diverse: interventi permanenti nelle aree toccate, eventi pubblici d'aggregazione, collaborazioni.

Come Lavoriamo

Il Laboratorio Urbano si articola in 2 forme:

1) ANALISI E MAPPATURA
Mappare i luoghi dismessi per catalogarli e dare alla Città uno strumento di lavoro dal quale far partire progetti di recupero e riattivazione. Non sarà una mappatura oggettiva fatta di dati, numeri e statistiche, ma una rilettura psicogeografica che tiene conto delle storie e delle persone che quei luoghi li frequentano/vivono/trasformano.

Proponiamo 5 livelli di lettura:
I MATERIALI: luoghi nei quali oggi vivono solo i materiali che li costruiscono, il loro degrado è col tempo diventato paesaggio. .
IL CONTENITORE: luoghi dimenticati, un tempo vuoti, che diventano contenitori di nuove esigenze, nuovi desideri, nuovi bisogni.
I TRANSITI: luoghi di passaggio momentaneo, che le persone vivono per senso di emergenza ma che non possono essere occupati in pianta stabile
LA SUPERFICIE: luoghi considerati brutti che vengono rielaborati solo in superficie per restituire ai cittadini un nuovo senso del bello.
LA MEMORIA: luoghi che contengono i ricordi di una città, cassaforte di una memoria storica.

Sono 5 diversi livelli di lettura che possono essere di volta in volta applicati ad ogni area analizzata.

2) DOCUFILM
Realizzare un docufilm per raccontare l'intreccio di storie che accadono nei luoghi dismessi della nostra città.
Si tratta di storie che spesso ignoriamo perché si sviluppano ai margini, che mettono in relazione i cittadini con la città trasformando gli uni e gli altri. Ogni storia racconta un particolare atteggiamento nei confronti delle aree dismesse, occhi diversi intorno allo stesso problema:
La speleologia urbana: chi fa ricerca tecnica per documentare
L'Arte: il gesto artistico all'interno di luoghi dimenticati
L'Architettura: lo sguardo tecnico che lavora sulla forma degli edifici
L'occupazione abusiva: il gesto di ribellione sociale contro il disuso
I senzatetto: chi vede nelle aree dismesse l'unica casa possibile

Il primo step rappresentato dai 4000 euro della richiesta permetterà all'Associazione di continuare il lavoro cominciato a Settempre del 2014 con la realizzazione di un video sperimentale che sarà alla base del docufilm (vedi link youtube) e con la mappatura delle prime 5 aree trattate (Galleria Conca d'Oro, Cascina Ponchia, Ex-Diurno, Ex-Convento Clarisse e Muro di via Codussi)

Chi siamo

L'Associazione Zenith è formata da ragazzi tra i 25 e i 30 anni, tutti provenienti da diverse esperienze professionali ma con il medesimo interesse nei temi della trasformazione della Città: riqualificare i luoghi dimenticati creando progetti permanenti di ricerca e occasioni di coesione sociale e partecipazione responsabile.

Perchè serve

Pensare Bergamo a partire dalle tante aree abbandonate è un modo particolare per interrogarsi sul concetto di Città. Come stimolare le persone a porsi domande sulla città? Come generare un’interazione formativa tra luoghi e abitanti? come favorire lo sviluppo di una collettività responsabile?

Dove Siamo/Dove Operiamo

L'Associazione Zenith ha sede a Bergamo, nel quartiere di Redona, ma opera su tutto il territorio cittadino organizzando eventi pubblici, incontri e pensando a progetti di riqualificazione urbana.

Photo-little

33.00% finanziato

1320 € su 4000 €

Sostenitori