Photo-little

Obiettivo

MILLE NOTTI AL COPERTO 2016 è l’attività svolta ogni inverno dal Patronato San Vincenzo nei confronti di coloro che vivono per strada e, con il freddo dell’inverno, hanno ancora più bisogno di ritrovare il calore di un pasto, di un letto e di un sorriso. Nei locali del Patronato vengono accolte senza alcuna discriminazione le persone che bussano e viene preparata per loro la cena, viene offerto un cambio biancheria e una branda per riposare. Come ogni anno Kendoo si mette a disposizione per raccogliere le donazioni e per presentare ai lettori il progetto, in collaborazione con Meg Performance uno spettacolo di musica e ginnastica a cura degli atleti della società sportiva presente a Mozzo. L’appuntamento è alla Casa del giovane per il prossimo 20 febbraio alle ore 20,30. Per prenotarsi all’evento contattare il 349.82.35.979.
Le offerte raccolte tra il pubblico dello spettacolo saranno devolute a favore dell’iniziativa MILLE NOTTI AL COPERTO 2016.

Introduzione Generale

Ogni notte, il Patronato San Vincenzo di Bergamo al suo interno dà accoglienza notturna a uomini che richiedono in estrema urgenza un posto caldo per dormire. Persone sole, clochard, uomini con varie forme di disagio, che non hanno un posto dove andare e sono ascoltate e accolte dall’équipe operativa presente al Patronato. Negli ultimi anni, complice la crisi economica, la richiesta di luoghi di accoglienza è notevolmente aumentata. Come si può comprendere, questa esigenza diventa ancora più pressante e forte nei mesi in cui le temperature sono più rigide e le malattie sono più diffuse, essendo le persone indifese e bisognose maggiormente colpite. Sempre più spesso il Patronato si trova a gestire nuovi ospiti che si rifugiano al suo interno per dormire, i quali spesso si adattano anche a luoghi di fortuna (sotto un albero, una tettoia, nei parcheggi interni).
Il Patronato S. Vincenzo, per offrire una possibilità in più a queste persone emarginate dalla società, intende mettere a disposizione i propri locali e le proprie risorse umane per garantire loro un pasto caldo e un luogo sicuro e protetto dove potersi riparare.

Come Lavoriamo

Il Patronato è una struttura che si avvale di più di 200 persone tra operatori, educatori, personale specializzato e insegnanti i quali, distribuiti nei vari Istituti, offrono la loro competenza per organizzare e fornire un servizio di qualità verso le persone in difficoltà. Il Patronato lavora ogni giorno con fede e spirito di solidarietà, investendo passione nell'aiutare il prossimo e mettendo a disposizione le proprie competenze in favore dei più deboli e dei poveri.

L'obiettivo è quindi quello di offrire alle persone più sfortunate un'opportunità per il loro inserimento o re-inserimento all'interno della nostra società, anche tramite aiuti concreti, materiali e sostegni psico-socio-relazionali.

Chi siamo

Il Patronato San Vincenzo è una realtà della Diocesi di Bergamo. Fondato da don Bepo Vavassori nel 1927, fin dalle origini si preoccupa di rispondere alle esigenze sociali e morali di una parte della popolazione presente sul territorio che si trova in situazioni di emarginazione, disagio e devianza.

In particolare, il Patronato intende promuovere ogni iniziativa diretta a sostenere moralmente, socialmente ed economicamente questa frangia di popolazione in grave difficoltà, rivolgendosi soprattutto agli “ultimi” e ai poveri, di qualsiasi nazionalità, contribuendo a fornire loro una formazione umana, morale, religiosa e professionale.

 

Perchè serve

Le ragioni che hanno spinto il Patronato a promuovere questa iniziativa si trovano nell'essenza stessa del Patronato: dare conforto e aiuto alle persone che la società non riesce a sostenere e proteggere.

La nostra realtà si vuole impegnare affinché le persone emarginate possano trovare tra le sue mura del Patronato un luogo sicuro che permetta loro di non smarrire la propria dignità umana e sociale. 

Dove Siamo/Dove Operiamo

Il Patronato San Vincenzo si trova nel cuore della città di Bergamo, in via Gavazzeni, 3.

4700 € su 4700 €

Sostenitori